Dall’11 marzo, passaporti in Posta: anche Coccaglio tra i comuni bresciani dove sarà attivo il servizio

Dall’11 marzo, passaporti in Posta: anche Coccaglio tra i comuni bresciani dove sarà attivo il servizio

Sarà attivo da lunedì 11 marzo, il progetto nazionale Polis.

La sperimentazione, attiva su Brescia anche in altri 14 comuni, punta a snellire i tempi di attesa sia per quanto riguarda i rinnovi che le nuove richieste.

Secondo le indicazioni ricevute, saranno proprio gli operatore a raccogliere tutte le informazioni per poi inviarle all’ufficio di Polizia di riferimento. Tra le opportunità che il nuovo servizio offre, anche quella di ricevere, direttamente da Poste Italiane, il passaporto a casa.

Il servizio può essere richiesto dai cittadini italiani maggiorenni, residenti o domiciliati presso i comuni in cui il servizio è attivo. Successivamente il servizio sarà esteso anche a cittadini minorenni.

Non può essere richiesto se si appartiene ad una di queste categorie: 

  • titolari di doppio passaporto;
  • richiedenti passaporto temporaneo;
  • iscritti all’AIRE;
  • beneficiario di esenzione per la rilevazione delle impronte e/o della firma;
  • richiedenti con vecchio passaporto rilasciato all’estero (ambasciata/consolato).

Il servizio può essere richiesto dai cittadini italiani maggiorenni, residenti o domiciliati presso i comuni in cui il servizio è attivo. Successivamente il servizio sarà esteso anche a cittadini minorenni.

Sicuramente, almeno nelle prime giornate, può esserci qualche disservizio o ritardo. Ci auguriamo, però, che finalmente le lunghe liste d’attesa diventino solo un brutto ricordo.

Vivi Franciacorta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.