Ciao! Oggi parliamo di cucina e di piatti tradizionali della
Franciacorta, di quelli che io e la mia mamma prepariamo per i giorni
speciali in famiglia.
L’ingrediente principale, stavolta, sono le lumache.


Un tempo la loro raccolta era libera ed effettuata principalmente di
notte, quando pioveva o aveva appena piovuto, nei boschi, vicino ai
fossi e in Franciacorta, lungo ferrovie e massicciate.
Ora la raccolta è vietata dal 1 marzo al 30 settembre. Non è mai ammessa la loro cattura durante la notte. Nel periodo consentito si possono raccogliere 30 lumache al giorno per persona.

Noi le compriamo in un allevamento, ma puoi trovarle pure al mercato
oppure in negozi specializzati o in alcuni fruttivendoli surgelate e già
pulite.
Ti consiglio l’acquisto di esemplari allevati per il consumo alimentare.

Mamma Flavia e io abbiamo preparato tre piatti: le lumache a Rael, che
sono le mie preferite, gli spiedini di lumache con la pancetta e le
lumache con gli spinaci.

Le lumache a Rael sono gustosissime. Gli ingredienti sono semplicissimi: prendete una ventina di esemplari a persona, bolliteli come minimo un paio di ore e poi conditeli con olio extravergine di oliva di Franciacorta, aglio, sale, pepe e prezzemolo.

Per quanto riguarda gli spiedini iniziate sempre con la bollitura, poi avvolgete la pancetta tesa sulle lumache e infilzatele sugli stuzzicadenti friggendo in abbondante burro.

Infine per quanto riguarda

le lumache con gli spinaci, che sono un piatto che abbiamo imparato a cucinare dalla signora Camilla,a cui va il nostro pensiero, si procede, come al solito, lessando le lumache. Gli spinaci vanno bolliti molto brevemente e poi tritati. Vanno quindi messi in una padella larga con burro e alcuni spicchi di aglio. Subito dopo si aggiungono i molluschi che vanno fatti cuocere una ventina di minuti a fuoco lento senza smettere di mescolare. Aggiungete sale quanto basta e verso fine cottura una manciata di formaggio grana padano.

Buon appetito!

Vieni con me a scoprire la Franciacorta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *